Salvini e la sua ricetta: “Emettere subito titoli Italiani”

“Io mi impongo di pensare positivo. Soltanto, non vorrei che da lunedì ci fossero gli italiani in fila fuori dai Comuni a chiedere soldi che non ci sono”, premette il leader leghista, in collegamento telefonico, spiega il Corriere della Sera, proprio mentre stava scrivendo un sms a Conte. E cosa gli stava scrivendo? “Appunto quello: attenzione con i sindaci. I soldi annunciati sono quelli che già facevano parte dei bilanci, e che i Comuni li stavano usando per altro. Se ascoltando la televisione al sabato sera, uno si sente dire che ci saranno i buoni per la spesa, le bollette e quant’altro, magari si generano aspettative a cui poi difficile dare seguito”, sottolinea.

Che cosa si dovrebbe fare, ora? “Stampare moneta”, taglia corto l’ex ministro dell’ interno. “La Svizzera, compilando un foglio, ti mette a disposizione fino a 500mila euro, la Gran Bretagna ti garantisce fino all’80% dello stipendio, gli Usa destinano fino a 2.000 euro a famiglia. Loro possono farlo. Noi no, perché abbiamo l’euro. E, mi faccia dire, anche questa Europa”.

Filippo Vernazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *