Moda: il Covid ha bruciato il lavoro di sei mesi

Moda: il Covid ha bruciato il lavoro di sei mesi ovvero quanto serve per creare e produrre una collezione

A Milano è iniziata la settimana della moda digitale, ma nulla può sostituire ciò che la pandemia ha cancellato le sfilate con folto pubblico, le presentazioni in showroom, gli eventi dove ci si scambia idee, tipica delle interazioni umane.

Il coronavirus non ha solo impedito le fashion week di Parigi e di MIlano, ha di fatto bruciato il lavoro di sei mesi ovvero quanto serve per creare e produrre una collezione di moda oltre alle vendite di almeno tre mesi.

Decisione del ultimo minuto: Cucinelli spiega agli analisti che “i capi invenduti del primo semestre saranno ri-etichettati e destinati a persone che hanno bisogno, tra le altre cose anche di abbigliamento”.

Gli individui, le famiglie o le onlus più adatte saranno individuate con la collaborazione dei partner commerciali di tutti i paesi in cui l’azienda è presente con negozi diretti o multimarca, da Berlino a Tokyo, e i capi saranno raccolti in pacchi da consegnare su un arco di tempo relativamente lungo, visti gli effetti a medio termine della pandemia.

Alina T. Ciurescu 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *