Teatro, prima nazionale: “Parlami d’amore Mariù” promossa a pieni voti!

Teatro, prima nazionale a Verezzi per Francesco Bellomo e i suoi attori: “Parlami d’amore Mariù” promossa a pieni voti!

“Parlami d’amore Mariù” è uno spettacolo teatrale veramente vivo in cui i dialoghi, la musica e gli attori si legano armoniosamente nonostante tutti i problemi legati al coronavirus e alle normative volte a contenere l’infezione. Rappresenta, per certi versi la “ripartenza” vera artistica, culturale ed economica di un settore in forte sofferenza perchè completamente bloccato.

La storia, sotto la sapiente regia di un magistrale Francesco Bellomo, racconta le vicende che hanno fatto da sfondo alla creazione della canzone italiano da parte di Cesare Andrea Bixio mediante racconti estrapolati da cartoline, lettere e biglietti di gente comune. Lo spettacolo teatrale si articola in una serie di “quadri”, quasi delle finestre, su dei momenti precisi della nostra storia, lingua e dei nostri ricordi familiari. I protagonisti di questi “spaccati” ci accompagneranno tra la vita trascorsa e le note delle grandi canzoni di Bixio.

Non sto a dilungarmi sulle varie scene che caratterizzano questo spettacolo, per certi versi anche toccanti, in modo tale da lasciarvi prendere dallo stupore, ma mi limito a dare un giudizio, un voto a quanto di buono hanno saputo trasmettere i bravissimi attori nonostante non abbiano avuto modo ne di provare ne di pianificare antecedentemente la trama e l’interpretazione stessa. Secondo me, “parlami d’amore Mariù” merita un nove pieno e merita di essere guardato attentamente. Ci sono alcune fasi in cui il messaggio arriva dritto al cuore provocando fortissime emozioni che erano state soffocate per mesi: il teatro che cos’è se non pura emozione? Parlando, dopo lo spettacolo con Francesco Bellomo, ho paragonato le emozioni trasmesse da “Parlami d’amore Mariù” alla semifinale vinta dall’Inter contro il Barcellona, considerando che, anche quella, era una “partita ad handicap”, infatti nel primo quarto d’ora fini anzitempo sotto la doccia T. Motta costringendo i nerazzurri a giocare per tutta la partita in dieci uomini. L’Inter vinse come, questa sera, ha trionfato il teatro e soprattutto questa bellissima rappresentazione.

Filippo Cesare Vernazza

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *