Il 23 Ottobre esce “Parallel Worlds”, il primo album solista di Pascal Quagliotti, leader e tastierista della leggendaria band dei Rockets

Il 23 ottobre è uscito “PARALLEL WORLDS”, l’atteso primo disco solista di FABRICE PASCAL QUAGLIOTTI, leader e tastierista della leggendaria band elettro-rock Rockets.

Parallel Worlds (Intermezzo / The Orchard) sarà disponibile in digital download, sulle principali piattaforme streaming e in CD e DOPPIO VINILE in edizione limitata e da collezione. È composto da 14 tracce che trasporteranno l’ascoltatore in un viaggio unico e ricco attraverso un universo di suoni ricercati e d’avanguardia.

In questo disco imperdibile, Fabrice Pascal Quagliotti esprime tutta la sua attitudine compositiva e la sensibilità musicale che lo contraddistinguono, creando una colonna sonora del 21° secolo.

Fabrice Pascal Quagliotti è nato a Parigi e dal 1977 è membro dei Rockets, band che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo con album come “Plasteroid” e “Galaxy“. A 13 anni comincia a studiare organo classico presso il prestigioso Conservatorio di Parigi e in seguito prende lezioni di pianoforte dal maestro russo Yuri Postar.

Oggi è conosciuto come uno dei più grandi intenditori di synth: partito con un MiniMoog Model D, ha ben presto aggiunto alla sua collezione un Hammond L122, un Fender Rhodes, un Arp Odyssey e praticamente ogni altro sintetizzatore mai prodotto, fino a raggiungere l’apice con un Dexibell Piano Vivo S7 PRO.

Il nuovo progetto solista si affianca ai costanti tour con i Rockets, ma si differenzia per l’impatto scenico e sonoro, le atmosfere create da Fabrice ricordano un po’ quelle di Jean Michel Jarre, anche se non ci ritroviamo di fronte ad emulo ma trattasi di una performance che nasce da tanti anni di esperienza e racconta un mondo completamente diverso, in cui Fabrice ci guida come una sorta di “Guru”, facendoci incontrare una realtà che ci tocca a livello inconscio.

Un’esperienza sensoriale fatta di luci, suoni e di emozioni che solo lui ci può comunicare.

Nicola Convertino

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *