Andrea Pirlo rimarrà alla Juve?

Anche nello spogliatoio sorgono problemi.

Andrea Pirlo, soprannominato “Il Maestro” per la sua tecnica sopraffina, è stato campione del mondo nel 2006 con l’Italia di Marcello Lippi. Uno dei migliori centrocampisti della storia del calcio,  ha terminato la sua carriera nel 2018, periodo nel quale giocava per il New York City.

Sin dalla giovane età, siamo abituati a vedere sul volto del Maestro un’espressione sempre molto seria, quasi cupa, seppur possa sembrare un aspetto negativo, è una caratteristica particolare che rende Pirlo  ancor più unico nel suo genere.

L’anno scorso, è diventato il nuovo allenatore della Juventus, dopo Maurizio Sarri, la dirigenza bianconera si è affidata a lui grazia alla profonda stima che nutre Andrea Agnelli, un incarico tutt’altro che semplice, allenare i campioni d’Italia può mettere una bella pressione, soprattutto per chi come Pirlo, prima di allora non aveva mai allenato nemmeno l’Under 23.

La stagione 2020/2021 non inizia molto bene per i bianconeri, arrivano pareggi e sconfitte che danno vita a polemiche e lamentele per l’atteggiamento della squadra in campo.

In vetta alla classifica, infatti, c’è l’Inter di Antonio Conte, mentre, negli anni scorsi a questo punto del campionato la capolista è sempre stata la Juve che tutt’oggi si trova, nonostante il monte ingaggi e Cristiano Ronaldo, impantanata tra il terzo e quarto posto.

In Champions League, i bianconeri, hanno disatteso tutte le aspettative, venendo eliminati dal modestissimo Porto.

L’aria è tesa, le polemiche sono sempre più accese e la colpa viene addossata sempre di più al “Maestro”.

Nonostante le rassicurazioni di Agnelli e la dirigenza, la sconfitta a Benevento, porta la situazione in seno allo spogliatoio sull’orlo del baratro. Bonucci, Chiellini e Buffon sembrano essere gli unici a seguire il Mister colpevole di non riuscire a trasferire al resto della comitiva grinta e schemi.

Nonostante la bella vittoria contro il Napoli e il recupero di Dybala, Andrea Agnelli sembra intenzionato a voltare pagina. Per il presidente bianconero sono, ad oggi, tutti in discussione dallo staff dirigenziale ai giocatori anche qualora si riuscisse a qualificarsi per la prossima Champions League.

Giacomo Monteforte

Assistente di Filippo Vernazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *